fbpx

9:00-13:00 / 15:30-19:30

Lun-Ven / Sab 9:00-13:00

Viale Ippocrate 28

00161 Roma (RM)

+39 06 693 655 67

info@immobiliarecalzini.it

Confronta gli annunci

Come deve essere la casa ideale per i bambini?

Come deve essere la casa ideale per i bambini?
Sicura, prima di tutto. Ma anche capace di alimentare la loro indipendenza.

La casa è il primo spazio in cui i bambini crescono, prendono coscienza di sé stessi, giocano ad imitare i grandi. Le mura domestiche sono il luogo ideale per stimolare autonomia ed intraprendenza e sono moltissime le soluzioni, anche in stile montessoriano che ci aiutano in questo.

In camera da letto
I letti alla stessa altezza del pavimento aiutano i bambini ad alzarsi e coricarsi da soli, fin da tenerissima età: sono utilizzabili a iniziare dai 6 mesi purché il piccolo sia circondato da cuscini collocati strategicamente per impedirne la caduta durante il sonno. Naturalmente questo significa che il bambino ha la possibilità di aggirarsi per la stanza anche mentre i genitori non sono presenti: tutte le prese elettriche vanno coperte e nessun oggetto pericoloso deve essere lasciato a sua disposizione.
I mobili destinati a contenere i giocattoli devono essere bassi e pratici: meglio lasciar perdere le ante (pericolose per le dita!) e puntare su scaffalature a giorno piene di cestini e scatole contenitore, dove riscoprire ogni volta un giocattolo dimenticato sarà una gioia.

Troverete in commercio diverse librerie frontali, che aiutano i bambini a scegliere in autonomia il libro da leggere. Di solito sono eccellenti soluzioni salvaspazio, da collocare anche dietro la porta o ovunque avanzino pochi centimetri di spessore. Esteticamente molto gradevoli, specie se avete acquistato libri con belle copertine, vanno ancorate al muro per impedirne l’abbattimento.

In soggiorno e sala da pranzo
Per un bambino non è certo la stanza del relax, quella in cui riposarsi e dimenticarsi delle fatiche della giornata! I vostri figli la vedono più come un parco avventura in cui arrampicarsi, rotolare, saltare. Per aumentare la sicurezza assicuratevi che tutti i tappeti siano dotati di antiscivolo, utili anche ad evitare la formazione di angoli.
Se lo spazio a disposizione lo permette acquistate un tavolo per bambini da collocare accanto al vostro tavolo da pranzo: è l’ideale quando i bambini sono più di uno o quando ospitate spesso gli amichetti. I piccoli potranno così imparare ad apparecchiare la tavola, far sedere le bambole e giocare a fare come gli adulti che ricevono i propri ospiti.

I tavolini da salotto, invece, hanno spesso spigoli poco sicuri: un’alternativa potrebbe essere quella di acquistare dei grandi pouf o panche contenitore imbottite. Spostate tutti gli oggetti che si rompono negli scaffali e nelle mensole più in alto.

In cucina

Coltelli nascosti e fornelli ben distanti dai bimbi, anche utilizzando delle protezioni specifiche da agganciare al piano della cucina. Un consiglio furbo? Quando cucinate prediligete i fornelli più lontani e girate sempre il manico delle padelle verso l’interno.

In bagno

Lavarsi da soli le mani, il viso ed i denti deve diventare un’abitudine. Lo scoglio da superare è quindi qui l’altezza del lavandino, ma potete aggirare facilmente il problema acquistando uno sgabello solido e con una base ampia, che ne impedisce il ribaltamento.

Sulle scale
Si sa, i bambini giocano ovunque in barba alla divisione degli spazi che a noi sembra più naturale ma che per loro è proprio inconcepibile: questa tendenza va assecondata e bisogna garantire loro sicurezza anche negli angoli più remoti. In cima alle scale installate un cancello che impedisce le cadute accidentali del bambino che si sofferma a giocare in cima. Anche il corrimano è importante e si può scegliere di rivestire i gradini con della moquette (magari colorata o con una fantasia di vostro gradimento) o dei tappeti fissati al piano d’appoggio.
Se avete poi la fortuna di possedere un sottoscala potrete regalare a vostro figlio un angolo di felicità tutto suo!
I bambini sono il nostro patrimonio più prezioso, ci sembrava giusto dedicar loro un articolo su come aiutarli a vivere meglio la casa.
Luigi Calzini
img

Luigi Calzini

Post correlati

Piccole riparazioni da fare prima di mettere in vendita la casa

Uno degli errori commessi dai “venditori alle prime armi” (ovvero dai proprietari di immobili...

Continua a leggere
di Luigi Calzini

3 alternative per chi ama le piante ma non ha il pollice verde

Magari ci avete provato e riprovato ma curarvi di una o più piante da appartamento è per voi...

Continua a leggere
di Luigi Calzini

Come ricavare una zona lavanderia dove non c’è

Quando i potenziali acquirenti visitano il vostro immobile non notano soltanto la metratura, la...

Continua a leggere
di Luigi Calzini