fbpx

9:00-13:00 / 15:30-19:30

Lun-Ven / Sab 9:00-13:00

Viale Ippocrate 28

00161 Roma (RM)

+39 06 693 655 67

info@immobiliarecalzini.it

Confronta gli annunci

Mutuo al 100%: hai tutti i requisiti per richiederlo?

Mutuo al 100%: hai tutti i requisiti per richiederlo?
Il momento storico che stiamo vivendo è particolarmente favorevole per chi desidera acquistare la prima casa accendendo un mutuo, a causa dei tassi d’interesse davvero vantaggiosi.
I mutui al 100% in particolare attirano chi non ha potuto risparmiare una somma sufficiente a coprire le spese iniziali. Si tratta di mutui ipotecari, gli unici in grado di garantire l’intero importo di acquisto di un immobile, a differenza dei mutui fondiari, che coprono solo l’80%.
Anche nel caso del mutuo al 100% l’importo viene restituito in rate mensili comprensive dello spread e degli interessi, in un periodo di tempo compreso tra i 20 e i 30 anni. Ma poiché si tratta di un’operazione senz’altro più rischiosa per l’istituto di credito le garanzie da presentare sono molte e non tutti ricevono dalla banca una risposta positiva.
Chi desidera approfittare di questo prodotto finanziario è per le banche un cliente ad alto rischio: generalmente giovani con bassa solvibilità, che hanno da poco fatto il loro ingresso nel mondo del lavoro. Non stupisce, dunque, che tra i requisiti per accedere ad una richiesta di mutuo al 100%, oltre all’ipoteca sulla casa, occorra anche sottoscrivere una polizza fideiussoria che copra il 20% in eccedenza. L’assicurazione può essere pagata personalmente dal mutuatario oppure si può chiedere alla banca di accenderla in proprio, il che avrà come naturale conseguenza un aumento dello spread.
È inoltre richiesta una situazione lavorativa stabile e si deve procedere all’individuazione di un garante che possa intervenire in caso di insolvenza del mutuatario.
Non sempre questo finanziamento si rivela, insomma, conveniente: più consistente è l’aiuto che si chiede alla banca più il mutuo è costoso e si potrebbe avere difficoltà a rimborsare il capitale ricevuto in prestito.
In soccorso delle giovani coppie è però intervenuto il Fondo di Garanzia Prima Casa, il quale è istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e che copre al massimo il 50% della quota capitale, fino al tetto non superabile dei 250 mila euro.
Tra le banche aderenti al fondo segnaliamo, per esempio Banca Sella, Banca Carige e Monte dei Paschi di Siena. La lista completa è comunque disponibile sul sito Consap.it.
img

Luigi Calzini

Post correlati

Piccole riparazioni da fare prima di mettere in vendita la casa

Uno degli errori commessi dai “venditori alle prime armi” (ovvero dai proprietari di immobili...

Continua a leggere
di Luigi Calzini

3 alternative per chi ama le piante ma non ha il pollice verde

Magari ci avete provato e riprovato ma curarvi di una o più piante da appartamento è per voi...

Continua a leggere
di Luigi Calzini

Come ricavare una zona lavanderia dove non c’è

Quando i potenziali acquirenti visitano il vostro immobile non notano soltanto la metratura, la...

Continua a leggere
di Luigi Calzini